# Per il Cittadino, Per l'Azienda

Gettare i rifiuti: i comportamenti da evitare …

cestino_pieno1

Quando si parla di rifiuti e raccolta differenziata, spesso ci si concentra sul “cosa fare per …” compiere correttamente il proprio dovere di cittadino e/o azienda nei confronti del territorio in cui si vive. In ogni Comune sono adottate specifiche regole per gestire al meglio la produzione di rifiuti che, per essere sostenute, vengono mantenute economicamente da una determinata tariffa o tassa locale (es. TARI, TARSU, …).

Purtroppo però, sono sempre frequenti comportamenti scorretti e soprattutto incivili che, inevitabilmente, per essere debellati costano notevoli danari alla collettività che vanno ad incidere pesantemente sulle sopracitate tariffe/tasse.

Vediamo brevemente quali sono i più frequenti comportamenti da evitare, e soprattutto da denunciare, relativamente alla gestione dei rifiuti.

I cosiddetti “fuori campana”

fuori_campanaLaddove la raccolta del vetro (spesso associata a metallo o lattine) prevede ancora l’utilizzo di campane stradali posizionate sul territorio, troppo spesso si può assistere a scenari di abbandoni di sacchetti o cartoni pieni di imballaggi in vetro (bottiglie, vasetti, …) o, ancora peggio, di rifiuti che non hanno nulla a che fare con ciò che dovrebbe contenere la campana. Perché fare ciò? E’ difficile aspettare se, per caso, il contenitore è già pieno? Perché lasciare a terra rifiuti che andrebbero gestiti in altro modo?

I cestini gettacarte riempiti a dismisura

cestino_pienoPer dimensione, nome e collocazione i cestini dovrebbero essere utilizzati solo per i cosiddetti “rifiuti da passeggio” come piccole carte, fazzoletti, … Invece non è strano trovare anche qui abbandoni inutili e soprattutto, pratica maggiormente diffusa, l’inserimento di un bel sacchetto pieno spesso di rifiuti indifferenziati, al di sopra proprio del cestino, dando così l’impressione che lo stesso sia pieno … Perché fare ciò? E’ difficile esporre i propri rifiuti davanti la propria abitazione (come avviene ormai in quasi tutti i Comuni), evitando tra l’altro di fare una strada inutile? Perché riempire inutilmente un contenitore “collettivo” destinato ad altri usi?

Gli abbandoni

rifiuti_abbandonatiForse il fenomeno più complicato da abbattere. Abbandoni di rifiuti di ogni genere e purtroppo in ogni luogo, senza badare alla tutela dell’ambiente e della comunità. Ancora troppo presenti sia nelle vicinanze di luoghi adibiti alla raccolta corretta dei rifiuti (campane stradali, cestini, …) sia in ambienti “lontani” e più periferici rispetto a dove si svolge la vita delle città: campagne, zone industriali, … Anche qui, perché fare ciò?

Le esposizioni “scorrette”

Per ultimo, ma non per importanza, ci sono diverse tipologie di esposizioni scorrette da parte delle singole utenze (domestiche o attività), che si possono riepilogare in:

  • Mancato rispetto dell’orario di conferimento/esposizione dei propri rifiuti: nel caso in anticipo, i rifiuti rimangono esposti più del tempo necessario; nel caso in ritardo, indispensabile o un richiamo (avviso su sacchetto o contenitore) o passaggio ulteriore per poterlo ritirare.
  • Esposizione non conforme dei rifiuti: materiali non previsti all’interno del contenitore che nella specifica giornata deve essere ritirato o raccolto. Tale comportamento, se non arrestato, va ad alterare la corretta raccolta differenziata effettuata dalla comunità fino al caso estremo (qualora i casi fossero molteplici nel giro di raccolta) di respingimento del mezzo all’impianto di destino.
  • Esempio di cassonetto pieno

    Esempio di cassonetto pieno

    Cassonetti/bidoni stracolmi: sacchi o direttamente rifiuti che fuoriescono dal contenitore, che, oltre ad un’immagine pessima offerta ai passanti, non agevolano il lavoro degli operatori dedicati allo svuotamento e molto spesso ne fanno ritardare il passaggio, per la necessaria pulizia che deve essere effettuata (spesso i rifiuti che fuoriescono, cadono direttamente a terra senza entrare nel mezzo …).

Per concludere

Terminata questa piccola e triste rassegna di comportamenti scorretti relativi all’esposizione dei rifiuti, concludo con la speranza che sia stata utile per qualsiasi tipo di riflessione, soprattutto da condividere per evitare o quanto meno cercare di far diminuire sempre più queste azioni che, oltre a far male all’ambiente, spesso fanno male anche al nostro portafogli.